CARDIAZOL PARACODINA

Home / CARDIAZOL PARACODINA

CARDIAZOL-PARACODINA 20 mg/ml + 100 mg/ml gocce orali, soluzione

Elenco capitoli

  1. CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
  2. INDICAZIONI TERAPEUTICHE
  3. CONTROINDICAZIONI
  4. PRECAUZIONI PER L’USO
  5. INTERAZIONI
  6. AVVERTENZE SPECIALI
    1. Gravidanza e allattamento
    2. Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari
    3. DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE
  7. SOVRADOSAGGIO
  8. EFFETTI INDESIDERATI
  9. SCADENZA E CONSERVAZIONE
  10. COMPOSIZIONE
  11. FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO

CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA

Alcaloidi dell’oppio e suoi derivati

INDICAZIONI TERAPEUTICHE

Sedativo della tosse.

CONTROINDICAZIONI

Ipersensibilità ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Insufficienza epato-cellulare grave, insufficienza respiratoria, stipsi ostinata.

Non somministrare durante o nelle due settimane successive a trattamento con inibitori delle monoaminossidasi, nè contemporaneamente ad altri farmaci appartenenti al gruppo degli analgesici-narcotici. Il medicinale non deve essere somministrato a pazienti con epilessia, anche anamnestica, o pazienti affetti da disturbi di tipo convulsivo.

Il prodotto è controindicato nei bambini al di sotto dei 2 anni e durante l’allattamento.

PRECAUZIONI PER L’USO

Attenersi con scrupolo alle dosi consigliate.

Durante la terapia è sconsigliabile l’assunzione contemporanea di alcool.

INTERAZIONI

Informare il medico o il farmacista se si è recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, anche quelli senza prescrizione medica.

Gli effetti degli alcaloidi dell’oppio sul sistema nervoso centrale sono potenziati da altri farmaci depressori come i sedativi, i tranquillanti, gli antistaminici e dall’alcool.

L’associazione con altri psicofarmaci richiede particolare cautela e vigilanza da parte del medico per evitare inattesi e indesiderati effetti da interazione.

AVVERTENZE SPECIALI

CARDIAZOL-PARACODINA può dare assuefazione.

Cautela richiede l’impiego del preparato specie ad alte dosi e/o per lunghi periodi di tempo negli anziani in quanto gli alcaloidi dell’oppio possono determinare un aggravamento di una preesistente sintomatologia (disturbi cerebrali, difficoltà alla minzione, etc.).

Gravidanza e allattamento

Chiedere consiglio al medico o al farmacista prima di prendere qualsiasi medicinale.

Poichè gli oppiacei superano la barriera placentare è possibile la comparsa di depressione respiratoria neonatale.

Durante la gravidanza e nell’infanzia il prodotto va usato solo in caso di effettiva necessità e sotto diretto controllo medico.

CARDIAZOL-PARACODINA non deve essere somministrato durante l’allattamento (vedere paragrafo “Controindicazioni”).

Per chi svolge attività sportiva:

L’uso del farmaco senza necessità terapeutica costituisce doping e può determinare comunque positività ai test anti-doping.

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Poichè durante il trattamento non è infrequente la sonnolenza, di ciò dovrebbero essere avvertiti coloro che potrebbero condurre veicoli o attendere ad operazioni che richiedano integrità del grado di vigilanza.

DOSE, MODO E TEMPO DI SOMMINISTRAZIONE

Dosi medie (salvo diversa prescrizione medica):

CARDIAZOL-PARACODINA deve essere assunto preferibilmente dopo i pasti e non a stomaco vuoto; alle persone delicate ed ai bambini il preparato riesce più gradito se diluito in acqua zuccherata o in succhi di frutta.

Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovrà valutare una eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati.

SOVRADOSAGGIO

I più importanti sintomi di avvelenamento da oppiacei segnalati sono: coma profondo, riduzione della frequenza respiratoria, caduta della pressione arteriosa, miosi, riduzione della diuresi, caduta della temperatura corporea, edema polmonare.

Il trattamento di emergenza prevede come primo presidio un adeguato ripristino della funzione respiratoria.

L’antidoto di elezione è considerato il naloxone che deve essere somministrato e.v. alla dose di 0,4 mg. Tale dose può essere ripetuta dopo 2-3 minuti. Per i bambini la dose consigliata è di 0,01 mg/kg.

Per quanto concerne i sintomi da sovradosaggio di pentetrazolo sono segnalati: depressione della respirazione e stati convulsivi di tipo epilettico.

Il trattamento in caso di avvelenamento prevede lo svuotamento gastrico immediato; per il controllo di eventuali stati convulsivi, somministrare diazepam o un barbiturato a breve durata d’azione (per esempio tiopentale sodico) per via endovenosa.

In caso di ingestione/assunzione accidentale di una dose eccessiva di CARDIAZOL-PARACODINA avvertire immediatamente il medico o rivolgersi al più vicino ospedale.

Se si ha qualsiasi dubbio sull’uso di CARDIAZOL-PARACODINA, rivolgersi al medico o al farmacista.

EFFETTI INDESIDERATI

Come tutti i medicinali, CARDIAZOL-PARACODINA può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Alle dosi terapeutiche gli effetti indesiderati più comuni sono rappresentati da sedazione e/o sonnolenza, da disturbi gastrointestinali quali nausea, vomito e stipsi. Occasionalmente sono state descritte cefalea, vertigini, astenia, agitazione specie nelle persone anziane.

Nelle persone ipersensibili possono comparire più gravi segni di depressione nervosa e della funzione respiratoria e cardiocircolatoria.

Il rispetto delle istruzioni contenute nel foglio illustrativo riduce il rischio di effetti indesiderati.

Se uno qualsiasi degli effetti indesiderati si aggrava, o se si nota la comparsa di un qualsiasi effetto indesiderato non elencato in questo foglio illustrativo, informare il medico o il farmacista.

SCADENZA E CONSERVAZIONE

Scadenza: vedere la data di scadenza riportata sulla confezione.

La data di scadenza indicata si riferisce al prodotto in confezionamento integro, correttamente conservato.

Attenzione: non utilizzare il medicinale dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Conservare a temperatura non superiore a 25°C.

I medicinali non devono essere gettati nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici.

Chieda al farmacista come eliminare i medicinali che non utilizza più. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

TENERE IL MEDICINALE FUORI DALLA PORTATA E DALLA VISTA DEI BAMBINI.

MODALITÀ DI APERTURA DEL FLACONE

Per aprire:

  • Appoggiare il flacone su una superficie piana
  • Premere la capsula sul flacone e contemporaneamente svitare

Per chiudere:

  • Riavvitare la capsula fino in fondo

COMPOSIZIONE

1 ml di soluzione contiene: Principi attivi: pentetrazolo 100 mg; diidrocodeina rodanato 20 mg. Eccipienti: acqua depurata, essenza menta, polisorbato 80.

FORMA FARMACEUTICA E CONTENUTO

Gocce orali, soluzione-Flacone contagocce da 10 ml

TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

Teofarma S.r.l.

Via F.lli Cervi, 8 27010 Valle Salimbene (PV)

PRODUTTORE

Teofarma S.r.l.

Viale Certosa, 8/A

27100 Pavia

Revisione del foglio illustrativo da parte dell’Agenzia Italiana del Farmaco

Settembre 2010

Bugiardini di farmaci simili

CARMIAN FOGLIO ILLUSTRATIVOCARMIAN ®“100 mg + 25 mg compresse” 30 compresseAtenololo + ClortalidoneElenco capitoliCOMPOSIZIONEFORMA FARMACEUTICACATEGORIA FARM...
SORMODREN SORMODREN ®BornaprinaElenco capitoliCOMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVAFORMA FARMACEUTICACATEGORIA FARMACOTERAPEUTICAINDICAZIONI TERAPEUTICHECONTR...
IDROCHINIDINA RITARDO LIRCAPS Foglio illustrativoIDROCHINIDINA RITARDO LIRCAPS 250 mgcapsule rigide a rilascio prolungatoidrochinidina cloridratoElenco capitoliCOMPOSIZIONEFORMA FA...
BRINERDINA BRINERDINA ® “compresse rivestite”Diidroergocristina mesilato-clopamide-reserpinaElenco capitoliCOMPOSIZIONEFORMA FARMACEUTICA e CONFEZIONECATEGORIA F...